blank

Secondo le ultime indiscrezioni, anche il colosso Google starebbe lavorando ad una sua idea di dispositivo pieghevole, con display flessibile. Un brevetto pubblicato qualche giorno fa negli Stati Uniti, immagina un dispositivo in grado di assumere configurazioni simil-tablet, laptop o smartphone.

Sta anche pensando alle modalità intermedie “a tenda”, in base all’angolo di piega che si forma tra le due metà. Scopriamo insieme tutti i dettagli disponibili su questo brevetto.

 

Google pensa ad un dispositivo pieghevole multiuso

Il documento in rete si concentra su varie soluzione e tecnologie per la realizzazione di cerniere non solamente stabili a sufficienza per mantenere le angolature richieste dall’utente, ma contemporaneamente in grado di comunicarne il valore al sistema operativo, in modo che possa adattare l’interfaccia di conseguenza.

Un dettaglio sicuramente interessante è che l’inventore è Wen Shian Lin, che in precedenza era un dipendente di HTC. Il colosso di Mountain View ha comprato la maggioranza della divisione smartphone del produttore cinese appena menzionato, per una cifra totale di 2.000 persone, solamente un paio di anni fa.

Per il momento il colosso è rimasto in disparte nella questione dei display flessibili, lasciando ad altri produttori, come Samsung con il suo Z Flip, Huawei e Motorola, l’onere di andare alla scoperta di questi dispositivi. Google ha comunque fornito l’indispensabile supporto lato software, ottimizzando Android per questa nuova tecnologia. Ad oggi è lecito pensare che prima o poi anche Google si schiererà in prima linea con un suo proprio dispositivo pieghevole, anche se non si sa quando. Non ci resta che attendere maggiori indiscrezioni.