La piattaforma di e-commerce Amazon non si è mai fermata in tutte queste settimane, anzi, gli ordini sono aumentati e la tensione anche. Negli scorsi giorni il colosso ha deciso di rallentare gli ordini meno necessari per dare priorità ai beni essenziali.

Questa scelta è stata presa anche per “tutelare” i propri dipendenti, che avevano un carico di ordini al di sopra delle proprie capacità e i corrieri, che continuano a lavorare nonostante l’emergenza sanitaria in corso. Dalla prossima settimana però, il colosso adotterà delle nuove misure di sicurezza.

 

Amazon: nuove misure di sicurezza per evitare contagi da COVID-19

La notizia che stiamo per darvi è stata pubblicata solamente qualche ora fa sul blog ufficiale della piattaforma e giunge dopo un periodo abbastanza turbolento per il colosso di Jeff Bezos. A partire dalla prossima settimana Amazon metterà a disposizione di tutti i propri dipendenti impegnati nei propri magazzini, mascherine chirurgiche e apparecchi per il controllo della temperatura.

Gli apparecchi per il controllo della temperatura sono già in uso da qualche giorno negli impianti di Seattle e New York. Tutti i dipendenti con febbre oltre i 38° non potranno effettuare l’accesso alle strutture. L’iniziativa riguarderà l’intera rete operativa negli Stati Uniti ed in Europa, Italia compresa. A questo proposito ricordiamo che nel centro nostrano di Castel San Giovanni sono state registrate alcune tensioni tra la società ed alcune sigle sindacali proprio per la tutela dei dipendenti.

La nuova iniziativa si baserà anche, secondo le ultime indiscrezioni, su un sistema di machine learning, che sarà in grado, analizzando le immagini delle telecamere, di individuare tutti i dipendenti che non rispettano la distanza minima di sicurezza.