virus-tax-fakeDa qualche settimana ormai si discute animosamente della possibile introduzione della Virus Tax, una tassa aggiuntiva che il Governo avrebbe dovuto introdurre nel corso del 2020, con prelievo forzoso dal conto corrente dei consumatori in proporzione al reddito degli stessi, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Il dibattito è stato aperto per diverso tempo e, dobbiamo ammetterlo, in rete si è letto di tutto e di più. Chiaramente il 99,99% della popolazione si è detto assolutamente contrario ad una soluzione di questo tipo, ma calmate i bollenti spiriti, la notizia circolata si è rivelata essere completamente falsa.

 

Virus Tax: la fake news che ha fatto infuriare gli utenti

Avete capito bene, è a tutti gli effetti una bufala creata ad arte per far preoccupare i consumatori italiani, sopratutto in un periodo così difficile sia dal punto di vista emotivo, che economico per milioni di noi.

Il Governo ha prontamente smentito l’eventualità, nonostante comunque ci si trovi di fronte ad un deficit quasi incolmabile ed i cui effetti risentiremo per lungo tempo. L’unica cosa che possiamo fare è fidarci di chi si trova sopra di noi e sperare che vengano adottate le giuste misure per riuscire a traghettarci verso un futuro più roseo.

Nel frattempo, controllate se la vostra Regione è coinvolta (se risiedete nel Nord Italia sicuramente), ma il pagamento del Bollo Auto è stato sospeso fino al mese di Giugno, se lo avevate in scadenza nel periodo corrente, sappiate che potrete pagarlo fino al termine del mese di Giugno senza costi aggiuntivi o penali.