diesel inquina meno del motore elettrico

Di auto elettriche si parla ormai da diverso tempo ed è chiaro che rappresentino il futuro del mercato automobilistico. Un mercato dove però fanno ancora fatica ad emergere, principalmente a causa degli elevati costi d’acquisto che hanno. Così, se queste auto rappresentano un vantaggio grazie al sistema ZEV (Zero Emission Vehicle) che azzera le emissioni di inquinanti, dall’altro il loro prezzo è ancora decisamente fuori mercato. Infatti se il costo delle auto parzialmente elettrificate (gli ibridi) è ancora abbordabile, non si può dire lo stesso per i modelli puramente elettrici.

Questi ultimi si contendono un listino che parte dai 20.000 euro della Smart Electric Drive, sino ad arrivare ai 428.000 euro della Mercedes SLS AMG coupè Electric Drive. Del resto ad agire sul prezzo finale delle auto elettriche è il costo ancora elevato della batteria che incide per il 25-30% sul costo d’acquisto. Tuttavia, superato l’investimento iniziale, queste auto garantiscono una serie di benefit che le rendono oltremodo vantaggiose.

Quali vantaggi economici offrono le auto elettriche?

La prima considerazione da fare è sulla batteria delle auto elettriche che non essendo di proprietà (qualora noleggiata da società terze), non incide sui costi di manutenzione. Non a caso la garanzia delle batterie parte da un minimo di 5 anni ed è normalmente comprensiva di assistenza, soccorso stradale e traino 24 ore su 24, per tutti i giorni della settimana. Per non parlare poi dell’enorme risparmio sulla loro alimentazione visto che l’impiego di energia elettrica comporta un costo del 70/80% in meno rispetto ai carburanti. Ad esempio, a parità di utilizzo, si è calcolato che un’auto elettrica che percorre 10.000 km annui consente un risparmio di 1000 euro circa rispetto ad una a benzina.

Altro vantaggio è costituito dalle tasse di possesso o bollo: le auto a zero emissioni non pagano alcun bollo per 5 anni. Tra le spese fisse c’è anche quella legata all’assicurazione RC auto che vede alcune compagnie applicare una scontistica per le auto elettriche talvolta pari al 50%. Infine i costi per il “carburante” elettrico possono risultare enormemente vantaggiosi perché alcuni gestori di energia, come Enel o Sorgenia, garantiscono delle tariffe calmierate che consentono una ricarica a basso costo.