TIM

Nel corso di questa primavera gli utenti TIM potranno beneficiare di una novità a dir poco sorprendente. Per una parte del pubblico, infatti, sono in arrivo rimborsi di credito in bolletta a seguito delle rimodulazioni di prezzo che si sono alternate nelle precedenti annate (con precisione dal 2016 al 2018).

 

TIM, nelle prossime settimane rimborsi in arrivo sulle bollette di clienti

TIM è chiamata a risarcire tutti gli abbonati che nel suddetto periodo – quello a cavallo tra 2016 e 2018 – hanno pagato le loro bollette con una scadenza di 28 giorni anziché con la regolare scadenza di 30 giorni.

La rimodulazione contrattuale del passato ha creato non poco malumore tra il pubblico. Il disappunto è stato tale che queste modifiche hanno comportato una vera e propria disputa legale. Le associazioni a tutela dei clienti si sono opposte a TIM e ad altri operatori in tribunale. Prima il TAR e poi il Consiglio di Stato hanno espresso parere contrario alla causa dei provider, accogliendo le richieste delle associazioni a tutela dei clienti.

Dopo le polemiche, è arrivato quindi per TIM il momento di passare agli atti pratici. Proprio in queste settimane primaverili, tutti gli utenti idonei riceveranno i rimborsi relativi alle rimodulazioni passate in bolletta. Ad ogni cliente spetta di diritto il risarcimento della somma di credito extra spesa tra il 2016 ed il 2018.

Il provvedimento sarà valido solo ed esclusivamente per tutti coloro che hanno un piano di abbonamento per la telefonia fissa. Allo stato attuale, è bene sottolineare, come non vi siano provvedimenti del genere per i clienti di telefonia mobile.