blank

In questi giorni, mentre in tutto il mondo sono milioni le persone che hanno adottato un assetto di Smart Working a causa della pandemia di COVID-19Google ha deciso di limitare tutti gli aggiornamenti e tutte le modifiche relative a Chrome e Chrome OS, con l’obbiettivo quindi di mantenere le attuali versioni ed evitare possibili problemi. Attraverso un tweet sulla pagina ufficiale “Chrome Developers”, gli sviluppatori che lavorano alle spalle del Browser hanno fatto sapere che l’incremento dello Smart Working ha portato l’azienda a mettere in pausa tutti le versioni di Chrome e Chrome OS programmate per i prossimi mesi.

Google mette in pausa gli aggiornamenti: una soluzione drastica ma utile per evitare bug ed imprevisti all’interno di Chrome

Come possiamo leggere all’interno del Tweet, quindi, il team di sviluppo di Chrome afferma che “Il nostro obiettivo è garantire che le versioni di Chrome e Chrome OS continuino aD essere stabili, sicuri e affidabili per chiunque dipenda da loro“. A tal proposito, quindi, Google ha deciso che “darà priorità agli aggiornamenti relativi alla sicurezza“.

La strategia di Google è quindi molto chiara: bloccare gli aggiornamenti ed evitare ogni tipo di bug, cosi da evitare una conseguente perdita di utenza. In tal caso, infatti, tutti gli utenti in possesso di un Chromebook, o comunque tutti quelli che utilizzano Chrome come browser predefinito, si ritroverebbero in una situazione molto scomoda. In attesa quindi di ulteriori notizie da parte degli sviluppatori vi invitiamo a leggere le ultime notizie sull’aggiornamento di sicurezza di Chrome.