huawei-smartphone-pieghevoli-profitti

È passato ben più di un anno da quando i due colossi del mercato degli smartphone hanno presentato il loro primo smartphone pieghevole, mentre è passato un po’ dall’effettivo arrivo sul mercato. Se da un lato le vendite sembrano essere andate abbastanza bene sia per Samsung che per Huawei, quest’ultima ha qualche riserva in merito ai suddetti.

Secondo quanto detto da uno degli altri dirigenti di Huawei, Yu Chengdong, questi smartphone sono poco redditizi. Il motivo è principalmente legato ai display troppi costosi il che rende praticamente impossibile realizzare un profitto. Questa risposta è arrivata dopo che è stato chiesto all’uomo se i modelli avrebbero un giorno avuto un costo in linea con i top di gamma attuali della serie P.

 

Huawei e gli smartphone pieghevoli

Secondo l’uomo è una possibilità, ma ci vorrà ancora un po’ prima di raggiungere tale traguardo, se così si può definire. Ci vorranno almeno un anno e mezzo o due anni. Tempistiche plausibili anche se Samsung potrebbe arrivarci prima visto il taglio di prezzo del Galaxy Z Flip rispetto al Galaxy Fold originale.

Attualmente si possono considerare gli smartphone pieghevoli come dei prototipi. La tecnologia dietro questi prodotti migliorerà ancora tanto e il margine per farlo è molto ampio. La parte critica, come ha detto il dirigente di Huawei, è proprio il display, sia a livello tecnologico che di costi.

Migliorare la linea produttiva di quest’ultimi grazie alle future innovazioni permetterà un taglio netto dei costi e quindi un abbattimento del prezzo del prodotto finale. Quando succederà, gli smartphone come i sopracitati diventeranno dei dispositivi di massa a tutti gli effetti.