coronavirus-fiscoAbbiamo introdotto il post parlando di “limiti” ma è chiaro che con il Fisco c’è poco da scherzare al momento. Viviamo una situazione di emergenza che sta richiedendo l’impegno di tutti e che vede la ferma compartecipazione dell’Unione Europea al sostegno economico del Paese. Il difficile periodo di crisi prosegue e servirà parecchi olio di gomito per rimetterci in piedi. Gli evasori delle tasse non saranno più tollerati.

Il sistema di cortesia contro chi si rifiuta di adempiere agli obblighi del sistema fiscale si inasprisce arrivando a prevedere il prelievo forzato dei soldi direttamente dal conto corrente del cattivo pagatore. Resta da scoprire come si svolgerà la questione e quali siano i reali tempi di intervento a favore di tale drastica manovra.

 

Fisco preleva i tuoi soldi dal conto corrente: conviene mettersi in regola con i pagamenti

L’ente riscossione crediti dello Stato acquisisce maggiore potere a seguito di tutta una serie di infruttuose manovre passate agli occhi dei contribuenti con i nomi di evasometro e redditometro. Pare non siano serviti a nulla ed ecco la pronta risposta della benemerita Agenzia delle Entrate.

Gli agenti del Fisco avranno facoltà di esercitare il diritto all’atto di forza finanziario dopo aver inviato una notifica preventiva valida per 60 giorni. Trascorso tale lasso di tempo ragionevolmente lungo la società Equitalia si avvarrà della facoltà di prelevare i soldi dal conto corrente dell’utente moroso. Il pignoramento non sarà istantaneo ma rappresenterà un titolo di garanzia nel caso in cui le altre opzioni siano inefficaci. Seguiranno ulteriori aggiornamenti in merito alla qui detta questione.