Google Drive

Google ha iniziato a dare a tutti l’accesso alle scorciatoie di Drive, pochi mesi dopo aver rivelato per la prima volta la sua versione beta. La funzione è stata progettata per semplificare l’organizzazione dei file e per indirizzare le persone verso file specifici in varie cartelle.

Ad esempio, è possibile creare un collegamento per un determinato file salvato in un’unità condivisa e quindi inviare tale collegamento alle persone con cui ci interessa condividere tale file. Saranno in grado di aprirlo solo se hanno accesso all’unità in cui è salvato. Tuttavia, coloro che non hanno accesso all’unità possono vedere solo il collegamento.

 

Google Drive: verranno apportati dei cambiamenti definitivi alle cartelle

Il gigante della tecnologia di Mountain View, sta implementando la funzionalità prima di modificare definitivamente la struttura delle cartelle di Drive. A partire dal 30 settembre, tutti i tuoi file verranno messi in un’unica posizione: non sarà più possibile collocare un file in più cartelle, nel caso ne avessi un numero limitato a cui si desidera accedere da persone diverse. Dopo aver apportato la modifica, i file che sono posizionati in più cartelle diventeranno gradualmente collegamenti. Quindi, per facilitare la gestione e la visualizzazione di file di riferimento, Google sta sostituendo la funzione del pulsante “Aggiungi a I miei file“, in “Aggiungi collegamento a Drive“, in modo che toccandolo si aggiungerà un collegamento a Drive.