conti correnti addio chiavette tokenLe truffe ai danni dei principali istituti di credito del nostro paese, quali sono Intesa SanpaoloUnicredit BNL, sono davvero tra le più pericolose ed in grado di andare a prosciugare completamente i conti correnti dei poveri utenti che, al giorno d’oggi, si potrebbero ritrovare senza più nemmeno un centesimo di euro.

Il meccanismo sfruttato dai malviventi resta esattamente in linea con quanto stiamo vedendo in seno alle carte ricaricabili PostePay, ecco quindi partire tutto con il solito e classico phishing. Il consumatore si ritrova a ricevere un messaggio di posta elettronica inviato ipoteticamente dall’azienda di cui è cliente, nel quale gli si chiede di premere un link per la modifica della password.

 

Intesa Sanpaolo, BNL e Unicredit: in tanti cadono nella trappola

I più accorti avranno già mangiato la foglia accorgendosi di quanto sia falso tutto questo, ma avvicinandosi ulteriormente al sito esterno, è facile notare che quest’ultimo è stato realizzato ad hoc proprio per l’occasione. A prima vista apparirà identico all’originale, ciò che cambia è il server su cui è salvato, ovvero interamente gestito dai malviventi.

Ciò sta a significare che, in parole povere, ogni singolo dato che andrete ad inserire verrà salvato dagli stessi, per poi essere utilizzato a piacimento come e quando vorranno per accedere al vostro conto corrente personale, prosciugandolo di ogni centesimo.

Prestate attenzione e ricordate che le aziende non inviano mai messaggi di questo tipo, a meno che l’utente non ne abbi fatta espressamente richiesta dal sito ufficiale o in altro modo.