radiazioniOgni modello di smartphone in commercio emette un determinato quantitativo di radiazioni elettromagnetiche che, a conti fatti, potrebbero andare a causare problemi più o meno gravi all’organismo umano.

Indipendentemente da questo e dalla lista degli smartphone più pericolosi inserita poco sotto, è bene comunque ricordare che tutti gli utenti potrebbero essere a rischio, di conseguenza si raccomanda sempre la massima prudenza nell’utilizzo dello smartphone, consigliando caldamente di non perdere nemmeno di vista il vademecum pubblicato tempo fa.

Allo stesso tempo, tutti i modelli emettono un determinato quantitativo di radiazioni elettromagnetiche, ma l’Unione Europea, per salvaguardare la salute dei propri cittadini, ha in effetti imposto un limite massimo, oltre il quale il terminale non può essere commercializzato. Il valore da prendere in considerazione è il SAR (tasso di assorbimento specifico), indicante proprio quanta energia il corpo umano assorbe per chilogrammo, ovviamente, più tale valore è elevato, maggiore sarà il pericolo per gli utenti.

Il limite massimo imposto dall’UE corrisponde esattamente a 2W/kg, molti modelli si avvicinano, tra questi anche alcuni terminali di fascia più o meno elevata e fortemente commercializzati sul territorio.

 

Radiazioni elettromagnetiche: ecco gli smartphone più pericolosi

  • Xiaomi Mi A1 con il valore di 1.75W/kg.
  • OnePlus 5T con il valore di 1.68W/kg.
  • Huawei Mate 9 con il valore di 1.64W/kg.
  • Xiaomi Mi Max 3 con il valore di 1.58W/kg.
  • OnePlus 6T con il valore di 1.55W/kg.
  • HTC U12 Life con il valore di 1.48W/kg.
  • Honor 8 con il valore di 1.5W/kg.
  • Huawei P9 Plus con il valore di 1.48W/kg.
  • Xiaomi Mi Mix 3 con il valore di 1.45W/kg.
  • Huawei Gx8 con il valore di 1.44W/Kg.
  • Huawei P9 con il valore di 1.43W/kg.