Nelle ultime ore Disney+ si è aggiunta alla lista di piattaforme che hanno aderito alla richiesta della Commissione Europea di ridurre la qualità dei contenuti trasmessi in streaming.

La conferma è arrivata tramite un comunicato stampa della stessa società, in cui Kevin Mayer, Chairman of direc to consumer and International di Walt Dysney Company, ha anche comunicato di aver rimandato il debutto in Francia.

 

Disney+ riduce la qualità di streaming e annulla temporaneamente il debutto in Francia

Per non congestionare la rete sul territorio europeo a partire da domani 24 marzo 2020 anche la piattaforma di contenuti in streaming Disney+ ridurrà la qualità dei propri contenuti sulla piattaforma. In questo modo verrà ridotto l’utilizzo di banda del 25%, calcolando che hanno aderito anche altre piattaforme come Netflix, Amazon Prime Video e YouTube.

L’azienda continuerà a monitorare la situazione nei giorni successivi, con l’impegno di ridurre i bitrate nel caso in cui dovesse essere necessario. Le piattaforme hanno aderito favorevolmente alla richiesta della Commissione Europea con lo scopo di garantire un accesso alla rete diffuso ed efficiente, in un momento in cui il consumo è sensibilmente aumentato rispetto al normale.

La piattaforma ha addirittura rimandato il proprio debutto in Francia, atteso proprio per domani 24 marzo 2020. Per il momento il colosso ha fissato la data del 7 aprile 2020. Resta valido martedì, giorno di inaugurazione nel nostro paese, salvo comunicazioni dell’ultimo minuto che ovviamente non mancheremo di condividere con voi. Non ci resta quindi che attendere ancora qualche ora per essere sicuri che il servizio sbarcherà in Italia proprio domani.