addio 3GC’è in corso d’opera una valutazione oggettiva per lo stato della rete 3G. Tutti gli operatori potrebbero presto dire addio ad una rete che ci accompagna ormai da tanti anni. La decisione deve essere ancora presa. Sui rispettivi piatti della bilancia si collocano gli argomenti radiazioni – Interferenze e velocitàservizi.

La scelta cui sono chiamati i vari gestori non è semplice in virtù del fatto che potrebbero sorgere alcuni problemi dopo lo spegnimento del segnale 3G. Tutti puntano gli occhi e l’attenzione in direzione del nuovo network 5G mobile che segna una svolta epocale nel contesto dei servizi di qualità per le reti mobili.

Ma operatori come Iliad e WindTre potrebbero incorrere in diverse magagne a causa di tutta una serie di valutazioni negative eventualmente derivanti da uno switch-off programmato della rete. Bene per la riduzione delle interferenze e delle radiazioni elettromagnetiche assorbite dai dispositivi. Ad ogni modo occorre valutare la situazione in maniera oggettiva secondo gli ultimi dati disponibili.

 

Non è facile decidere per l’addio al 3G: Iliad e WindTre potrebbero non essere d’accordo

Mentre TIM e Vodafone sono sicure dei fatti loro dopo la pubblicazione delle prime offerte 5G, gestori come WindTre ed Iliad riflettono su una decisione che potrebbe costare parecchio sia per gli affari che per la soddisfazione degli utenti.

Con il 4G ormai disponibile su gran parte del territorio nazionale viene difficile pensare che in tanti si possano ancora affidare al 3G. Eppure esempi come quelli del gestore francese bastano a cambiare direzione rispetto alla comune ideologia di abbandono del vecchio network di terza generazione. Molti sfruttano infatti il 3G Iliad per sopperire la mancanza di un segnale stabile e potente in 4G Plus. Allo stesso modo WindTre offre ancora il 3G Gratis per le promo 3 Italia che, in luogo di una scelta definitiva, potrebbero applicare generali aumenti di prezzo per offrire il 4G su tutta la linea.

Ad ogni modo la rete migliora giorno dopo giorno tanto per la tecnologia di rete fissa che per quella mobile. Nell’ipotesi della risoluzione diffusa dei vari problemi interni agli operatori non è da escludere l’eventualità di poter dire addio 3G una volta per tutte. Staremo a vedere come evolverà la questione a margine di tali valutazioni.