TIM

In questi mesi TIM ha dimostrato di voler offrire i migliori servizi a tutti clienti. La compagnia telefonica italiana non si impegna esclusivamente a lanciare una serie di ricaricabili low cost, ma vuole anche garantire alcuni importanti extra a tutti gli abbonati.

 

TIM, cosa cambia con l’arrivo delle eSIM rispetto alle precedenti SIM

Uno dei servizi più importanti di queste ultime settimane in casa TIM è quello delle eSIM. Il gestore italiano, ancor prima di Wind Tre o di Vodafone, è il primo a prevedere il lancio delle schede virtuali utili ad attivare una seconda rete sul proprio smartphone.

Con le eSIM sicuramente ci saranno alcuni benefici per gli abbonati anche se, come evidenziato da una serie di addetti ai lavori, non vi sono grandi differenze tra le schede virtuali e le SIM standard. 

Non vi sono importanti discrepanze, ad esempio, per quanto concerne le tariffe. Le eSIM di TIM avranno lo stesso prezzo delle schede telefoniche tradizionali: sia nell’uno che nell’altro caso il costo sarà di 10 euro.

Gli abbonati che attivano una eSIM avranno a loro disposizione un codice QR. La dotazione del codice QR sarà propedeutica all’attivazione della propria rete su smartphone. A sua volta, lo stesso codice, sostituirà direttamente i codici PIN e PUK per lo sblocco o il blocco della linea telefonica.

Sino a questo momento l’unico limite delle eSIM è quello della compatibilità. Come evidenziato anche in recenti approfondimenti, le schede virtuali del gestore potranno essere utilizzate solo ed esclusivamente da chi possiede un recente modello di iPhone.