Con l’arrivo del 2020 sono approdate nel nostro paese molteplici innovazioni tecnologiche pronte a rivoluzionare la nostra quotidianità. Una su tutte è sicuramente la nuova rete 5G che, da alcuni mesi, è ufficialmente arrivata nel nostro paese ed in tutte le principali città Italiane.

Attraverso il 5G, quindi, finalmente gli Italiani potranno toccare con mano un lato della tecnologia sconosciuto a molti in cui, a farla da padrone, troviamo tecnologie innovative come l’Intelligenza Artificiale e l’Internet of Things. Anche la nuova rete, però, non è stata risparmiata dalle fake news che, purtroppo, hanno mirato principalmente ai possibili danni sulla salute. Scopriamo quindi di seguito la risposta degli operatori.

Il 5G batte il 3G: l’italia dice addio alla vecchia rete

Di recente si è spesso sentito parlare di un possibile spegnimento di tutte le antenne collegate alla rete 3G italiana. Secondo quanto segnalato nelle ultime settimane, infatti, i principali gestori di rete telefonica Italiani, come Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad, sembrerebbero essere propensi allo spegnimento della vecchia rete per diminuire il livello di radiazioni invisibili presenti nell’aria.

In realtà, però, questa mossa degli operatori si è rivelata una vera e propria strategia di marketing. Nel corso del 2019, infatti, questi ultimi hanno investito siversi milioni di euro per realizzare l’intera rete nazionale 5G. Ad oggi, quindi, recuperare il denaro speso rappresenta il il principale obiettivo da raggiungere nei prossimi anni.

Attualmente, però, non bisogna preoccuparsi poiché lo spegnimento del 3G avverrà in un periodo abbastanza lungo così da permettere a tutti gli utenti di adattarsi ai più recenti standard di rete.