onde elettromagnetiche smartphone radiazioniGli smartphone continuano a suscitare dubbi a tantissime persone preoccupate per onde elettromagnetiche che tali dispositivi rilasciano quando sono accesi. Purtroppo le domande esistono già dalla nascita dei primi telefoni cellulari e nessuno studio riesce a dare delle risposte concrete e univoche.

Tali dubbi e pensieri aumentano soprattutto negli ultimi anni perché gli smartphone hanno avuto un impatto maggiore nella società. Difatti, tantissime sono le persone che non riescono a farne a meno e ne fanno un uso forse eccessivo. Alcuni ricercatori, comunque, consigliano a tutte le persone preoccupate per queste onde elettromagnetiche di verificare il valore SAR del proprio dispositivo.

Onde elettromagnetiche: ecco perché alcuni consigliano di controllare il valore SAR

In assenza di questi risultati è possibile consultare il valore SAR del proprio smartphone perché ad ogni modello ne corrisponde uno. Il SAR non è altro che un valore che indica quante radiazioni il corpo umano riesce ad assorbire quando è esposto ad un determinato campo elettromagnetico come lo smartphone.

A calcolare questo valore è l’Ufficio Federale Tedesco per la protezione delle radiazioni che controlla accuratamente tutti i dispositivi ancora prima di essere immessi sul mercato. La nota testata tedesca Statista è riuscita ad impossessarsi dei dati ufficiali dell’ente tedesco e ha deciso di pubblicarli proprio per dare delle risposte agli utenti preoccupati.
Secondo quanto pubblicato da Statista, gli smartphone potenzialmente pericolosi per il corpo umano perché presentano un valore SAR piuttosto alto rispetto altri modelli sono:

  • Xiaomi Mi Max 3 con 1,58 W/kg;
  • OnePlus 6T: 1,55 W/kg;
  • Honor 8: 1,5 W/kg;
  • Huawei P9 Plus con 1,48 W/kg;
  • Motorola Moto Z2 Play: 1,455 W/kg.