blank

 

Per scongiurare il contagio da Coronavirus, un’attenzione particolare va usata nei confronti degli oggetti di uso quotidiano. A suggerirlo è Walter Ricciardi dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) che sostiene come il Coronavirus si attacchi alle superfici favorendo la diffusione del contagio. Così scarpe, indumenti e strumenti hi tech diventano oggetti privilegiati della trasmissione del virus e solo un’accurata disinfezione può prevenire la trasmissione del virus. Ovviamente questa misura deve continuare ad essere affiancata dalle altre regole di buona igiene ribadite più volte. Rispettare le distanze, utilizzare guanti di protezione ed infine lavarsi accuratamente le mani, restano i princìpi fondamentali per arginare il contagio.

 

Quali sono le norme igieniche anti-virus da rispettare assolutamente.

 

L’Oms insieme a Greenpeace spiegano come tutelare le nostre abitazioni dall’ingresso del Coronavirus. La prima cosa da fare è quella di trasformare la zona più prossima alla porta d’entrata in un’area di deposito degli oggetti potenzialmente infetti. In pratica, al nostro rientro dall’esterno è necessario togliersi immediatamente scarpe, vestiti e borsa da riporre in una cesta vicina all’ingresso. In questo modo si impedisce al virus che potrebbe essere rimasto attaccato alle loro superfici di contaminare il resto della casa. Suole e borse dovranno comunque essere disinfettate con soluzioni alcoliche o con sapone liquido come quello per i piatti. Anche i dispositivi tecnologici come il cellulare dovranno essere sanificati utilizzando alcool isopropilico e panni in microfibra, dopo essere stati spenti. Per i proprietari di animali domestici è importante dedicare qualche minuto alla loro pulizia. Prima del rientro a casa è necessario decontaminare il loro pelo e le zampe usando semplici prodotti per l’igiene. Di fondamentale importanza, lavarsi le mani spesso soprattutto se proveniamo dall’esterno rispettando la regola dei 20 secondi di tempo in cui effettuare questa operazione.