Radiazioni smartphoneOgni smartphone emette un determinato quantitativo di radiazioni, in grado, secondo almeno quanto scoperto con gli ultimi studi, di andare a provocare malattie nell’organismo umano, solo nel caso ne dovesse assorbire in grandi quantità.

Il calcolo del quantitativo di emissioni di ogni smartphone passa per il cosiddetto SAR (tasso di assorbimento specifico del corpo umano, misurato in watt su chilogrammo); per salvaguardare la salute degli utenti dell’Unione Europea, le nostre istituzioni hanno imposto un limite massimo al SAR dei dispositivi commercializzati sul territorio, non può superare i 2W/Kg, in caso contrario non viene ammesso alla vendita.

Ad ogni modo comunque, il portale Statista ha stilato una interessante lista degli smartphone meno virtuosi attualmente disponibili sul mercato, elencando quali sono i modelli che più si avvicinano al limite.

 

Radiazioni smartphone: ecco i modelli meno virtuosi

In cima alla classifica troviamo lo Xiaomi Mi Max 3 con 1,58W/Kg, con alle spalle lo OnePlus 6T ed i suoi 1,55W/Kg, per finire sul terzo gradino del podio con lo Honor 8 1,5W/Kg.

Scorrendo la lista troviamo anche tanti altri modelli di notevole tiratura e commercializzazione, come Huawei P9 Plus, P9, iPhone 7, Xiaomi Mi 9, Google Pixel 3 e Google Pixel 3XL, per finire poi con l’Honor 9 ed i suoi 1,26W/Kg.

Ricordiamo ad ogni modo, per evitare di creare inutili allarmismi, che il possesso di uno Xiaomi Mi Max 3 non è assolutamente più a rischio di malattie degli altri; indipendentemente dal livello SAR, raccomandiamo sempre di  prendere le giuste precauzioni per evitare una prolungata esposizione alle radiazioni elettromagnetiche.