facebook

Fino ad ora, la risposta di Facebook allo scoppio del coronavirus si è concentrata sulla lotta alla diffusione della disinformazione, offrendo annunci gratuiti dell’OMS e vietando gli annunci che promuovono false “cure”. Ora Facebook sta facendo un ulteriore passo avanti. Prevede di investire $ 100 milioni in 30.000 piccole imprese in oltre 30 paesi in cui i suoi dipendenti lavorano e vivono.

L’assistenza finanziaria avverrà sotto forma di contributi in denaro e crediti pubblicitari. Ha lo scopo di aiutare le aziende a rimanere a galla man mano che un numero maggiore di clienti rimane a casa. Facebook intende utilizzare l’aiuto per pagare i lavoratori che non possono venire a lavorare, aiutare con i costi di affitto e consentire alle aziende di connettersi con più clienti.

 

 

Facebook vuole aiutare le piccole imprese a rimanere a galla in questo brutto periodo

La società inizierà a presentare domande nelle prossime settimane. Nel frattempo, le aziende interessate possono registrarsi per ricevere ulteriori informazioni. La società ha reso il suo Business Hub disponibile a tutti.

Le piccole imprese sono il cuore delle nostre comunità e molte delle persone che gestiscono queste imprese sono pesantemente colpite dalla crisi. Questo accade soprattutto perché sempre più persone stanno ragionevolmente a casa“, ha scritto Sheryl Sandberg, Chief Operating Officer di Facebook . “Più a lungo andrà avanti la crisi, maggiore è il rischio per le piccole imprese e per i mezzi di sussistenza dei loro proprietari e dipendenti“.

Sandberg afferma che Facebook è stato ispirato da altre persone in tutto il mondo “che stanno affrontando l’enorme sfida posta dinnanzi a noi“. Le donazioni, come questa di Facebook, diventeranno probabilmente più comuni. Speriamo che abbiano un impatto significativo.