macbook-pro-13-intel-lake-10th-generazione-processore-potente-aggiornamento-apple

Negli ultimi 10 anni Apple si è fatta strada fra tutti i suoi rivali sfornando ogni anno prodotti all’avanguardia, come iPhone, iPad e Mac che, di fatto, ricoprono ad oggi circa il 40% di tutti i dispositivi elettronici e digitali attualmente disponibili sul mercato. Apprezzati da milioni di utenti in tutti il mondo, a quanto pare i principali prodotti di Apple sembrebbero essere stati attaccati da un pericoloso virus che, purtroppo, sfrutta una grave falla di sicurezza scovata all’interno del codice sorgente. Ad oggi, infatti, secondo alcune stime oltre un milione di Mac sono stati infettati da questo pericoloso Malware che continua ad espandersi a macchia d’olio. Scopriamo di seguito i dettagli.

Malware Apple: attenzione al nuovo virus che colpisce i Mac

Commercializzati la prima volta nell’ormai lontano 1984, i Mac di Apple rappresentano a tutti gli effetti l’emblema della sicurezza dei dati. Come abbiamo potuto constatare negli ultimi anni, infatti, per Apple la privacy è di fondamentale importanza tant’è che, negli ultimi mesi, il colosso di Cupertino ha lanciato un’intera campagna pubblicitaria dedicata al tema. A quanto pare, però, di recente alcuni ricercatori hanno rilevato una grave falla all’interno del sistema operativo macOS che, purtroppo, è stata prontamente utilizzata da Hacker e Cyber Criminali i quali hanno avuto la possibilità di sviluppare un pericoloso malware ad-hoc.

Il virus, soprannominato Shlayer Trojan, è stato individuato per la prima volta da Kaspersky, nota società leader nel mondo della cyber sicurezza, che ne ha quindi dimostrato la pericolosità.

Vadimir Kuskov – attuale Security Expert di Kaspersky Lab – ha infatti affermato che:

Apple fa un ottimo lavoro rendendo il proprio sistema operativo sempre più sicuro con ogni nuova versione. Ma è difficile prevenire tali attacchi a livello di sistema operativo, poiché è l’utente che fa clic su un collegamento e scarica Shlayer sul proprio Mac  come qualsiasi altro software.”