truffa Intesa Sanpaolo ATMIntesa Sanpaolo segue le sfortunate orme di Unicredit e BNL. La truffa è nuovamente servita e per noi è arrivato il momento di prestare attenzione. A quanto pare per alcuni esiste la possibilità che conti correnti e carte di vario genere vengano azzerati nel credito per mano di un manipolo di malfattori del web.

Le dubbie personalità del web portano avanti una frode finanziaria che colpisce gli utenti privati tramite messaggi compromessi. Ancora una volta si passa per le email allarmanti e dunque per un chiaro ed evidente tentativo di phishing. Segue un link assai sospetto da cui guardarsi bene per non finire inevitabilmente sul lastrico. Una nuova immagine ufficiale descrive la natura del problema.

 

Intesa Sanpaolo: clienti infuriati dopo la trappola della falsa email

Ultimamente il numero di email pericolose è in aumento. Giustificando il tutto con un potenziale errore dei sistemi, un gruppo di cyber-criminali richiede l’accesso al conto da parte degli utenti dopo la compilazione di un modulo che si rivela essere una trappola. L’ultimo dei messaggi in arrivo è il seguente per gli utenti del gruppo Sanpaolo.

Per convincere gli utenti della banca a dare credito alle precedenti affermazioni del messaggio ci si firma con il nome di Intesa Sanpaolo e si offre la vista su una pseudo Partita IVA accompagnata ora da uno strano codice che dovrebbe garantire l’autorevolezza del messaggio.

Non manca il solito link esterno evidenziato dalla dicitura “Accesso al Portale Titolari” attraverso cui riportare alla normalità la situazione.

Per tenersi fuori da situazioni simili occorre usare due armi: diffidenza, contro chi cerca di sembrare ciò che non è, ed informazione da usare per reperire dettagli sulla natura della comunicazione. Compito, quest ultimo, da affidare a Banca ed autorità competenti (come ad esempio la Polizia Postale). Tutto si conclude eliminando per sempre il messaggio e bloccando il mittente.