A SpaceX è stato dato il via libera per costruire il suo impianto di produzione di navi spaziali Starship all’interno del porto di Los Angeles. Le autorità hanno concesso alla società un permesso per costruire la struttura con un voto unanime di 12-0. Ciò consente ad Elon Musk e al suo team di proseguire con lo sviluppo di una tecnologia progettata per portare gli umani sulla Luna e su Marte.

 

SpaceX: ottenuta l’autorizzazione nonostante alcune polemiche

SpaceX ha identificato il sito di costruzione nel 2018, ma ha dovuto richiedere l’autorizzazione più di una volta per un po’ di tempo prima che gli venisse concessa. Come rileva Reuters, la società ha la possibilità di revocare l’autorizzazione entro 180 giorni. In effetti, due anni fa ha annullato un’autorizzazione simile quando ha spostato la fase iniziale del progetto Starship in Texas. Inoltre c’è di più: il sito all’interno del porto di Los Angeles, dove avverrà la costruzione, è vicino al quartier generale di SpaceX. Nel contratto di autorizzazione è stata scritta l’opzione per espandere il sito da 12,5 acri a 19 acri, quindi SpaceX è impegnata alla ricerca della posizione ideale ove costruire.

Il consigliere Joe Buscaino, il cui distretto di sua competenza comprende il porto, ha dichiarato: “È assurdo che qui, nel 2020, ci stiamo preparando a inviare persone su Marte, e deve accadere proprio nel nostro cortile. Stiamo diventando uno spazioporto“. Non ci saranno lanci sul sito però. La struttura sarà utilizzata solo per la ricerca, la progettazione e la creazione di componenti. Secondo Musk, l’astronave sarà pronta per il suo primo volo di prova entro la fine dell’anno.