auto più veloci al mondo diesel benzina elettrico

Per chi è amante delle supercar è giunto il momento di ricapitolare quali sono le automobili più veloci al mondo, non importa se motorizzate con il diesel, la benzina e l’elettrico. Infatti, le ultime prestazioni su pista ha permesso anche alle auto elettriche e ibride di entrare in questo speciale Olimpo accanto alle classiche a benzina e diesel. Dunque, è ora di aggiornare la classifica di auto più veloce al mondo.

In prima istanza parliamo delle auto elettriche, laddove la regina delle supercar Tesla Roadster sarà la più veloce al mondo, almeno secondo le dichiarazioni di Elon Musk che “vuole dare una lezione alle sportive a benzina”. Con una velocità massima di oltre 400 kmh e una bruciante accelerazione 0-100 kmh in 1,9 secondi, aspettiamo i test reali su strada. Dovrebbe essere da record pure l’autonomia di 997 chilometri, durata mostruosa grazie a un pacco batterie da 250 kWh che raddoppia l’attuale alimentazione della Model S. La trazione integrale sarà assicurata da tre motori elettrici, i quali garantiranno una coppia di 10.000 Nm.

 

Auto più veloci al mondo: diesel e benzina guardano al futuro

Tuttavia il record assoluto lo detiene una vettura totalmente a benzina come la Bugatti Chiron, protagonista di una velocità massima di 490,484 km/h. L’auto è stata modificata per l’occasione e ha staccato il record sulla pista tedesca di Ehra-Lessien, il circuito di proprietà del Gruppo Volkswagen che ha a disposizione un rettilineo lungo 8,7 km.

Parlando ancora di motori a benzina vorremmo fare una menzione speciale per il gioiellino svedese chiamato Koenigsegg Regera RS, un’auto in grado di toccare i 400 km/h e arrestarsi in appena 36,44 secondi con partenza da fermo. La Regera potrebbe essere classificata in realtà come auto ibrida, essendo equipaggiata con un’unità motrice multipla composta da un propulsore termico, tre motori elettrici e un pacco batterie.

Chiudendo il discorso vi lasciamo con le auto diesel. Fino a qualche anno fa erano tornate in auge grazie alle prestazioni strabilianti dell’Audi R10 TDI e della Peugeot 908 HDi alla 24 Ore di Le Mans tra il 2006 e 2010. Dai fasti sulle piste nacque il concept Audi R8 TDi che aveva 500 CV e 1.000 Nm di coppia di cui è capace il mostruoso motore da 6 litri. Quanto basta per permettere alla supercar tedesca di scattare da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi e di superare i 300 km/h di velocità di punta.

Ma a parte questa felice parentesi, i motori diesel hanno subito dal 2010 in poi un lento declino nel mondo delle supercar, complice anche la progressiva lotta in Commissione Europea contro questo motore per colpa delle sue emissioni inquinanti.