Il 18 febbraio del 1930, un giovane astronomo americano di nome Clyde Tombaugh, completo uno studio avviato da un’altro astronomo dilettante di nome Boston Percival Lowell nel 1906 per studiare il comportamento dell’orbita di urano che veniva reputato curioso a causa di un possibile nono pianeta chiamato all’epoca Pianeta X. Sono passati ormai 90 anni e quel pianeta ha preso successivamente il nome di Plutone, il pianeta più discusso in assoluto di tutto il Sistema Solare.

Perché Plutone è il pianeta più discusso del Sistema Solare?

In un primo momento, questo pianeta era stato definito un normalissimo pianeta facente parte del Sistema Solare, ma in un secondo momento è stato declassato a pianeta nano. Il pianeta nano non è sempre considerato un vero e proprio pianeta, è piuttosto un corpo celeste grande al punto da poter essere considerato un pianeta, ma non abbastanza da sovrastare altri oggetti nella propria orbita i quali posseggano dimensioni a esso simili.

Fu una giovane studentessa di 11 anni facente parte di una scuola media di Oxford di nome Venetia Burney a suggerire il nome Plutone, Pluto in inglese, da cui oltretutto alcuni mesi dopo prese il nome il noto cane dei cartoni animati di Walt Disney. Il nome Plutone significa il ricco, ma a parte questo, va notato che le prime due lettere di questo nome sono anche le iniziali di Percival Lowell, simpatica coincidenza, no? Plutone, persino più piccolo della nostra Luna, possiede infatti un diametro di 2370 km, ovvero 1155 in meno del nostro satellite. Il tempo che compie questo piccolo pianeta a completare l’orbita solare ovvero ciò che per noi sarebbe un anno, equivale a 248 anni sulla Terra. Se non fosse stato per la scoperta di Eris, un altro piccolo pianeta e successivamente una serie di altri, simili per caratteristiche a Plutone, probabilmente esso sarebbe rimasto ufficialmente il nono pianeta del Sistema Solare, ma tutti questi piccoli pianeti non rispettano più quelli che sono gli standard minimi per essere considerati dei pianeti in piena regola.

Le teorie su Plutone sono tuttavia molto discordanti: molti scienziati lo considerano tutt’oggi un pianeta effettivo e ritengono che ci sia molto di più da scoprire su esso, ad esempio un oceano sotto la sua crosta ricco di composti organici, nonché un’atmosfera stratificata, un clima e delle stagioni. Quale che sia la verità, oggi Plutone compie per noi terrestri, ben 90 anni. Buon compleanno!