vecchi smartphone

Se il vostro armadio nasconde alcuni scheletri di certo avrete buttato da qualche parte un vecchio smartphone ormai  non più utile dopo anni di uso. Non lo avete buttato per rispetto ma ora sta lì dimenticato a prendere polvere.

Tuttavia, dovete sapere che anche i cellulari di  vecchia generazione possono avere una seconda vita, basta seguire i nostri consigli. Ecco dunque qualche dritta  su come riconvertirli ad oggetti utili.

 

12 trucchi per dare una nuova vita al tuo vecchio smartphone

Telecomando universale – Dal riproduttore musicale agli oggetti della vostra smart home, lo smartphone che pensavate di buttare diventa un telecomando per tutti gli usi. In più con l’infrarosso avrete una compatibilità praticamente totale attraverso app gratuite come IR Universal Remote per Android.

Trackpad senza fili – perché invece non trasformarlo in un utile trackpad da computer fisso o portatile? Si può convertire infatti in superfici sensibili all’interazione del dito tramite applicazioni come Unified Remote sia per Android sia per iOs.

Schermo remoto del computer – Con un’app gratuita chiamata Chrome Remote Desktop, compatibile su ogni PC, potremo sfruttare il display dello smartphone come un secondo schermo remoto. In pratica una finestra nella memoria del pc a distanza, molto utile per avere accesso al terminale in ufficio.

Videocamera di sorveglianza – un’app come IP Webcam può convertire il cellulare in una telecamera attenta all’attività in casa o nel perimetro esterno. Può sfruttare i sensori inclusi per attivarsi al movimento e registrare e spedire video o foto in tempo reale. Molto utile anche come monitor per bambini piccoli oppure per controllare cosa combinano gli animali domestici mentre siamo a lavoro.

Hotspot wi-fi – forse uno degli usi più immediati a mente, a cui però suggeriamo di impostare una password per proteggere l’accesso dalle configurazioni interne. Controllate anche che la vostra offerta sia compatibile con questa funzione.

Console di videogiochi – I videogames consumano molta batteria, quindi perché non scaricare le app ludiche preferite su un telefono che non usiamo?

Portafoto digitale – Sincronizzare un vecchio smartphone con la tua utenza di Google Foto vi permette di avere un portafoto digitale sempre pronto.

E-reader – se scaricate le app di Amazon Kindle, Kobo oppure Google Libri, potete collegare il telefono alle librerie online della vostra biblioteca, oppure per il noleggio 2.0.

Centro multimediale per l’auto – il tuo smartphone diventa un centro multimediale per la vettura collegandolo via cavo audio oppure bluetooth allo stereo per le canzoni, o con una simcard puoi trasformarlo in un hotspot e usarlo come navigatore gps.

Assistente in cucina – un’app per il monitoraggio dei cibi in frigorifero così come quelle di ricette che ti guidano passo a passo può rendere di nuovo utile il cellulare. In alternativa, grazie agli assistenti virtuali, potrai usare tutti i comandi vocali senza dover per forza toccare il touch.

Chiamate d’emergenza – Anche senza simcard, un vecchio smartphone è pur sempre un cellulare che può chiamare i numeri d’emergenza.

Assistente scientifico – infine, se proprio non sapete cosa farne, potete donarlo alla scienza. Le capacità di elaborazione del tuo vecchio smartphone possono tornare utili ad applicazioni come Boinc dell’Università di Berkeley scaricandola gratuitamente. Da quel momento, lo smartphone sarà collegato a un network di dispositivi che condividono la loro capacità di calcolo da remoto per una sorta di supercomputer composto proprio da tutti i device uniti tra loro.