Wind

Nel corso di questi ultimi mesi ci sono state tanti importanti cambiamenti in casa Wind. Notizie ed indiscrezioni sul gestore arancione sono ancora all’ordine del giorno. Ad esempio, come riportato anche in precedenza sulle nostre pagine, sembra aver trovato realizzazione il progetto di fusione che unirà le reti Wind con quelle di 3 Italia.

 

Wind, per i clienti ci sono importanti novità per le operazioni di ricarica

La fusione effettiva con 3 Italia di Wind è prevista nel corso delle prossime settimane. Intanto, però, per tutti gli utenti c’è da familiarizzare con un cambiamento già avvenuto: quello per le ricariche.

In linea con le mosse commerciali di TIM e Vodafone, Wind ha deciso di eliminare dal mercato le sue stretch card. Nei vari punti vendita autorizzati, quindi, non saranno più in commercio le schede con un codice a sedici cifre.

In sostituzione alle stretch card, l’operatore ha lanciato una nuova tipologia di ricarica: le Ricariche Special. Questo tipo di operazione, presente da poche settimane, ha suscitato non pochi dubbi tra tutti gli abbonati di Wind.

Allo stato attuale, le Ricariche Special sono disponibili nei due tagli base da 5 e da 10 euro. La caratteristica principale delle Ricariche Special – ed anche l’elemento di distinzione dalle ricariche classiche – sta nel rapporto spesa credito residuo. Chi acquista una ricarica da 5 e 10 euro avrà a sua disposizione rispettivamente un credito di 4 e 9 euro. All’interno delle Ricariche Special è quindi contemplato un euro extra. Quest’euro sarà propedeutico per il riscatto di un bonus: Giga internet illimitati da utilizzare entro 24 ore dall’avvenuta ricarica.