Sembrava quasi essere caduta nel silenzio la notizia della serie TV che era stata annunciata e che avrebbe dovuto essere prodotta da Netflix, sulla base della trama del famosissimo videogioco chiamato Resident Evil. Ad annunciarlo era stata la rivista americana di nome Deadline, la quale aveva comunicato che ci fossero già i lavori in corso sulla serie. Questo intorno alla fine di gennaio, poi, più nulla. Finalmente siamo in grado di darvi qualche informazione in più!

Che informazioni abbiamo sulla serie di Resident Evil e quando uscirà

Prima di tutto quello che possiamo dirvi è che la serie TV non sarà esattamente basata sulla trama del videogioco della Capcom, ma piuttosto prenderà da essa ispirazione. Sembra infatti che l’idea di base sia creare una trama totalmente originale che mantenga però le premesse basilari del gioco. La Umbrella Corporation rimarrà presente, e naturalmente rimarrà presente il concetto dell’esplosione di un virus, il Virus T che i giocatori, nonché i seguaci della serie di film usciti nell’ultima decade, ben conoscono. A dire il vero in un primo momento il sito di Netflix aveva pubblicato una brevissima trama riguardante la storia, in seguito cancellata:

La città di Clairfield è rimasta a lungo all’ombra di tre colossi apparentemente non collegati tra loro: la Umbrella Corporation, il Greenwood Asylum e Washington DC. Oggi, 26 anni dopo la scoperta del T-Virus, i segreti custoditi da questi tre inizieranno a essere rivelati ai primi segni di diffusione.

Finalmente quindi, tutte le notizie riguardanti la serie non sono più le bufale girate per anni su internet che avevano creato inutile aspettative nei fan, ma sono reali: la pre-produzione di Resident Evil inizierà a breve, nell’aprile 2020. Non solo, sembra che già tra Giugno e Ottobre di quest’anno verranno effettuate le riprese di tutti gli episodi, i quali saranno per la precisione 8 in totale, per la prima stagione. Non sappiamo ancora nulla sul cast facente parte di questa stagione di una delle serie horror più attese della nuova decade, ma considerato il breve lasso di tempo che ci separa dalle riprese, non dovremmo ormai aspettare a lungo.