come non pagare il canone rai

Il Canone Rai è un’imposta molto discussa in Italia, soprattutto dalle persone che non capiscono come mai debbano pagare un tributo per godere della TV pubblica. Nel corso degli anni i tentativi di evadere tale pagamento sono stati numerosi fino a quando lo Stato, obbligato dal comportamento della stessa popolazione, non è stato obbligato ad inserire lo stesso in bolletta, così da non permettere più a nessuno di saltarlo.

A partire da questo evento, le richieste per una eventuale abolizione si sono fatte sempre più forti e concentrate eppure, ad oggi, i risultati auspicati non sono ancora emersi. A trarre vantaggio da questa situazione, però, sono arrivati i cybercriminali che ideando una nuova truffa hanno deciso di attirare le loro vittime utilizzando proprio il Canone Rai.

Email a più non posso: il canone Rai diventa soggetto di truffe

Stando alle segnalazioni pervenute, i nuovi tentativi di fronde si verificano attraverso la posta elettronica, in particolar modo attraverso delle email di phishing che vengono recapitate molto a caso. Gli stessi messaggi hanno come oggetto il diritto di ricevere un rimborso. Come mai? Beh, proprio a seguito dell’abolizione del Canone Rai.

Come ci si può immaginare la notizia è del tutto falsa, ma purtroppo adescare delle possibili vittime è molto semplice utilizzando questo escamotage. In aggiunta a tutto ciò, per acquistare maggiore fiducia i cybercriminali hanno persiano introdotto nel messaggio un sito copia dell’Agenzia delle Entrate.

Prestare molta attenzione è la chiave per non rimanere mai avvinghiati in tali inganni: non dimenticatelo mai.