Toyota, Ford, Renault e Honda sono sotto accusa in tutto il mondo, alcune loro automobili apparirebbero essere difettose ed in grado di causare non pochi problemi agli utenti che le hanno acquistate in passato, anche con rischi alla salute.

Le problematiche legate a Renault e Ford le abbiamo già trattate in passato, riguardano sopratutto la presenza di motori che consumano troppo olio, con la conseguente rapida usura, nonché poli di batterie difettose con fuoriuscita di acido, cortocircuito e possibile incendio del mezzo. Per maggiori dettagli in merito consigliamo la lettura del nostro articolo dedicato.

 

Toyota e Honda sotto accusa, attenzione a questi modelli

Le due aziende orientali, invece, sono sotto accusa per alcune problematiche legate alla sicurezza dei mezzi. Nel caso di Toyota, ad esempio, gli airbag sembrerebbero non funzionare correttamente; più precisamente, riporterebbero il blocco del meccanismo di apertura, in questo modo, se attivati forzerebbero particolarmente il tutto, comprimendo il package metallico fino a provocare una “esplosione” di schegge nell’abitacolo.

I modelli coinvolti sono abbastanza recenti, parliamo di Corolla (commercializzate dal 2011 al 2019), di Matric (dal 2011 al 2013) o di Avalon (dal 2012 al 2018).

Nel caso di Honda, invece, l’attenzione cade su alcuni modelli molto datati, parliamo a tutti gli effetti di soluzioni in commercio verso la fine del vecchio millennio di Odyssey, EV Plus, Civic, CR-V o Accord, nelle quali alcune interferenze elettriche impedirebbero all’utente di aprire correttamente l’automobile e la cui soluzione richiederebbe l’installazione di un filtro.

I problemi sono reali, se pensate di essere coinvolti nella vicenda, consigliamo un rapido controllo presso il meccanico di fiducia.