danni radiazioni smartphoneOgni dispositivo elettronico che si rispetti emette radiazioni. Tutto ciò si deve alla presenza dei microchip che, come ormai noto, sono sintonizzati in ricezione ed in trasmissione su una ben determinata frequenza.

Risulta abbastanza chiaro che, nel loro complesso, gli smartphone rappresentano un vero e proprio rischio. WiFi a 2.4/5 GHz, NFC per connessioni a corto raggio e sistemi RF creano una barriera invisibile ma pericolosa. Va ad aggredire il nostro corpo ed il nostro cervello. Tanto più il dispositivo si trova a contatto con il nostro organismo e tanto maggiori saranno i danni ad organi e cervello.

Allo scopo di mitigare gli effetti delle onde elettromagnetiche usiamo alcuni accorgimenti. Ad esempio è consigliabile tenere il telefono lontano dal cuore e dalle tasche dei pantaloni e, quando possibile, usare le cuffiette anziché telefonare con il dispositivo all’orecchio. Ciononostante alcuni smartphone possono rappresentare un rischio anche a distanza. Per questo è stata creata una lista completo con i modelli da evitare.

 

Radiazioni più alte per questi smartphone

Xiaomi Mi A1: 1,75 W/kg
OnePlus 5T: 1,68 W/kg
Huawei Mate 9: 1,64 W/kg
Xiaomi Mi Max 3: 1,58 W/kg
OnePlus 6T: 1,55 W/kg
HTC U12 Life: 1,48 W/kg
Honor 8: 1,5 W/kg
Huawei P9 Plus: 1,48 W/kg
Motorola Moto Z2 Play: 1,455 W/kg
Xiaomi Mi Mix 3: 1,45 W/kg
Huawei GX8: 1,44 W/kg
Huawei P9: 1,43 W/kg
Huawei Nova Plus: 1,41 W/kg
Google Pixel 3 XL: 1,39 W/kg
OnePlus 5: 1,39 W/kg
Xiaomi Mi9: 1,389 W/kg
Apple iPhone 7: 1,38 W/kg
Huawei P9 Lite: 1,38 W/kg
Xiaomi Mi 9T: 1,34 W/kg

Sebbene rientrino tutti nella valutazione del limite SAR (<2W/Kg) è bene sapere che tanto minore è la potenza e tanto più basso sarà il rischio di contrarre danni per esposizione a lungo termine. Scegliete device sicuri come i telefoni della gamma Samsung e Sony, risultati essere i più sicuri del mercato mobile.