narcos messico 2

Finalmente su Netflix arriverà Narcos Messico 2, il fortunato spin-off dell’originale serie su Pablo Escobar ambientata però sulle vicende del narcotraffico messicano nel corso degli anni ’80. Dunque considerata una naturale prosecuzione del Narcos originale, la serie tv arriverà sulla piattaforma dal 13 febbraio 2020, rispettando perfettamente la cadenza annuale d’uscita.

Non sappiamo in che frangente dovrebbe apparire anche Escobar, ma gli sceneggiatori della serie sono soddisfatti di aver raccontato la storia del narcotraffico in centro America con dovizia di particolari. Sembra poi che verrà messo in chiaro il ruolo degli Stati Uniti in quel periodo, mentre tutto ripartirà dal racconto lasciato in sospeso alla morte di del boss Kiki Camarena.

 

Narcos Messico 2: la nuova stagione arriva su Netflix

In Narcos Messico ci sarà l’entrata in scena del nuovo agente chiamato McNairy, capo della task force di poliziotti organizzata per indagare sulle dinamiche della morte di un ex agente della DEA. Sullo sfondo c’è sempre la guerra contro il cartello di Guadalajara, ma pare che stavolta la violenza di certe scene avrà davvero l’effetto di un pugno allo stomaco.

Gli sceneggiatori rivelano che buona parte della trama ruoterà attorno alla figura di McNairy, personaggio già introdotto alla fine della scorsa stagione, e secondo loro questa figura genererà reazioni contrastanti nel pubblico. L’operato di questo agente non si allinea alla convenzionale lotta contro il narcotraffico che ci si aspetta da un ufficiale di polizia, poiché sarà sempre al limite della legalità con metodi fuori dal comune.

Sembra anche che la figura di McNairy avrà a che fare in qualche modo con le sorti di Murphy e Pena, anche loro coinvolti nella lotta contro il narcotraffico colombiano.

Buona visione su Netflix.