trump-twitter-fake-news

In un mondo in cui l’informazione corre sempre più rapida, e in cui conta arrivare prima alla notizia piuttosto che raccontare la verità (o quantomeno la verosimiglianza), per gli utenti non è semplice districarsi tra le innumerevoli interpretazioni e tra le fonti più attendibili.

Google questo lo sa bene, ed è anche per tale motivo che ha creato degli strumenti che riescano a soddisfare le necessità di un pubblico sempre più esigente. In particolare, da qualche anno è attiva la sezione Google News, divenuta poi anche app, che proprio nelle ultime settimane ha implementato alcune interessanti novità nella visualizzazione dei contenuti. Ecco dunque come sfruttare al meglio queste nuove introduzioni.

Google News si aggiorna: scegliere le fonti non è mai stato così semplice

Già da qualche tempo a questa parte sono attive due modalità di visualizzazione per quel che riguarda la bacheca notizie.

La prima corrisponde a Newscast, ossia una raccolta di tutti gli articoli che trattano di uno stesso argomento. Solitamente si tratta di vicende di cronaca, di politica o di breaking news, che vengono raggruppate all’interno di uno stesso riquadro permettendo all’utente di avere sott’occhio un’ampia panoramica di titoli e articoli cui attingere.

La seconda modalità consiste in un servizio scansa-bufale, ossia Newstand, che permette di visualizzare determinati contenuti esclusivamente dalle fonti ritenute più attendibili. In questo modo, si abbassa drasticamente la possibilità di incappare in fake news o bufale.

In aggiunta, negli ultimi aggiornamenti è divenuto possibile impostare la bacheca bilingue, scegliendo fra una selezione di oltre 40 lingue. L’opzione, attivata in 141 Paesi, viene incontro all’esigenza sempre più forte di visualizzare le notizie direttamente dalle fonti primarie, che spesso corrispondono alla stampa estera.