truffa assicurazioni auto false

Al giorno d’oggi nel mercato delle assicurazioni per le automobili non compaiono solo le classiche compagnie. Di fatto, quelle virtuali (così come avviene nel mondo della telefonia) stanno conquistando sempre più utenti che vogliono usufruire di ottimi (e completi) servizi a basso costo. Tuttavia il pericolo per i clienti è sempre dietro l’angolo, e gli hacker sfruttano proprio questo mood per derubare le vittime ignare.

Il meccanismo è sempre lo stesso: da una mail di phishing si dipana la truffa. Questo metodo ha già mietuto diverse vittime su vari ambiti. Pensiamo ai clienti possessori di una card prepagata PostePay o PayPal, oppure ancora, a chi possiede un conto con uno dei principali istituti di credito bancari come Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL.

 

Dalla mail phishing al sito fake di assicurazioni online: ecco come non cascare nel tranello

 

Partendo da una mail phishing dai toni – come sempre – sensazionalisti, troviamo un collegamento ipertestuale che l’utente deve cliccare per poter usufruire dell’incredibile e vantaggiosa offerta che appare nel messaggio arrivato sul client.

Riconoscere un messaggio mail o SMS malevolo è molto semplice: bisogna osservare bene l’indirizzo dal quale viene spedito. Molto spesso questo, è simile all’originale dell’azienda a cui fa riferimento, con leggere modifiche che ne cambiano totalmente il volto. Inoltre, presenta sempre un linguaggio formale ma con grossolani errori grammaticali. Attenzione anche alla presenza di eventuali link ipertestuali che portano ai siti di assicurazioni (del tutto fake) a cui fanno riferimento.

Al momento le forze dell’ordine hanno già scovato più di 222 siti truffaldini a cui gli hacker fanno riferimento per derubare i soldi alle vittime ignare. Il nostro consiglio principale è sempre lo stesso: cestinate i messaggi malevoli, non cliccate mai i link presenti nelle mail e non fornite a nessuno – per nessuna ragione – i vostri dati personali e bancari.