blankToyota si mette in scia con Ford e Renault dopo uno scandalo che sta costando la faccia alla direzione nipponica. Un difetto di fabbricazione comune a quattro line-up di auto rischia di compromettere seriamente la sicurezza di tutti i passeggeri a bordo. L’azienda ha riconosciuto il problema e sta già studiano una soluzione a costo zero per gli automobilisti. Scopriamo cosa è successo.

 

Toyota: auto pericolose dopo la scoperta del problema

Di recente abbiamo esaminato la questione Renault e Ford. Nel complesso si è scoperto che esistono rispettivamente motori e batterie difettose per un totale di un milione di auto a rischio danneggiamento.

Ma la questione dell’azienda nipponica è ancora più grave per 3,4 milioni di auto. Si scopre un errore di produzione per quel che riguarda il sistema airbag che potrebbe non intervenire in caso di urto. Una situazione davvero pericolosa per quelle che sono le versioni indicate qui a seguire:

  • Toyota Corolla del 2011-2019,
  • Matrix del 2011-2013,
  • Avalon del 2012-2018 e
  • Avalon Hybrid prodotte tra il 2013-2018.

La presenza di tale refuso tecnico non garantisce la protezione passeggero al 100% in caso di incidente. La compagnia dice che ”il computer potrebbe non essere adeguatamente protetto dalle interferenze elettriche.

In merito al richiamo dei veicoli l’azienda ha comunicato la notizia ai concessionari al fine di prevederne il ritiro ed il successivo controllo in sede. In caso di esito positivo ai problemi la società dovrà rispondere correggendo l’errore nel modo che ritiene più opportuno.

Non si tratta del primo episodio di questo tipo che coinvolge la compagnia e potrebbe non essere nemmeno l’ultimo.