Facebook

Il social network Facebook potrebbe ritrovarsi nuovamente nei guai, l’Antitrust ha infatti appena aperto un nuovo procedimento di inottemperanza dei confronti del colosso di Mark Zuckerberg.

L’azienda di Menlo Park potrebbe quindi ricevere un’ulteriore multa da 5 milioni di euro, come quella ricevuta solamente pochi mesi fa. L’accusa questa volta sarebbe quella di pratica commerciale scorretta. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Facebook rischia una nuova multa da 5 milioni di euro

L’Antitrust ha appena avviato un nuovo procedimento di inottemperanza dei confronti di Facebook, per non aver rispettato quando prescritto lo scorso 29 novembre 2019. L’Autorità ha spiegato in una nota, che aveva accertato la scorrettezza della pratica commerciale in questione, di omessa adeguata informativa in sede di registrazione alla piattaforma, della raccolta e dell’uso ai fini commerciali dei dati inseriti.

Per l’Autorità la carenza di informazione da parte di Facebook potrebbe voler dire una nuova multa da 5 milioni di euro. Più precisamente, non erano chiare le finalità remunerative collegate al servizio, al contrario la piattaforma enfatizzata la gratuità con la conseguenza di indurre l’utente a prendere una decisione di natura commerciale, che probabilmente non avrebbero preso.

Il provvedimento è stato anche confermato sul punto dal Tar. Oltre a sanzionare la piattaforma per 5 milioni di euro, l‘Autorità aveva inoltre vietato la diffusione della pratica ingannevole e disposto che la società pubblicasse una dichiarazione rettificata sulla propria homepage. Nonostante l’avvenuta rimozione della scritta “è gratis e lo sarà per sempre” da parte della piattaforma, secondo l’Antitrust il problema resta. Per questo motivo Facebook rischierebbe nuovamente una multa salatissima. Vi terremo sicuramente informati dei prossimi sviluppi.