HP ha presentato il suo nuovo convertibile di fascia business, costruito con plastica riciclata e con il supporto per l’input da penna.

l’Italia vedrà il suo rilascio probabilmente in estate ad un prezzo non ancora noto, ma che sicuramente lo farà rientrerà nella fascia enthusiast del mercato, in virtù anche delle eccellenti caratteristiche tecniche.

A impreziosire il tutto ci pensa anche la nota ecologia che HP ha deciso di adoperare, infatti l’82% delle parti meccaniche ed incluso il telaio, è riciclato utilizzando plastiche recuperate dall’oceano.

Caratteristiche davvero niente male

Il convertibile neo-presentato sarà distribuito con tre possibili display on-board ovvero: FullHD IPS touch con luminosità di 400 nits e 72% NTSC, FullHD touch con tecnologia HP Sure View e luminosità di 1000 nits e 72% NTSC e infine una versione 4K UHD  touch con luminosità di 550 nits e 95% sRGB.

In comune i dispaly avranno invece la protezione garantita dal Gorilla Glass 5 e dalla possibilità di ricevere input da penna.

A differenziare le varie configurazioni, oltre ai display, c’è anche il processore che muoverà il tutto.

Di base avremo dei processori con architettura Intel Comet Lake, con modello di punta che risiede nell‘Intel Core i7-10710U hexa-core.

Ad accompagnare il tutto ci penseranno una RAM espandibile fino a 16GB DDR3-2133 e storage fino a 2TB tramite SSD PCIe NVMe.

La parte grafica sarà gestita dalla GPU Intel UHD 620

Il resto delle caratteristiche “minori” consiste in: un jack da 3,5mm per l’audio, Wifi 6 e bluetooth 5.0 e supporto ad una SIM, cosa che in automatico lascia dedurre il supporto al 4G LTE.

In ultima istanza il portatile è equipaggiato con 4 speaker Bang & Olufsen ed una webcam a 720p.

Come se non bastasse, HP ha dichiarato che nella prossima estate, verrà aggiunto il modem Qualcomm Snapdragon X55 5G, che garantirà appunto il supporto alle nuove reti internet.

Come ciliegina sulla torta, il nuovo portatile di casa HP integra una nuova tecnologia di nome Tile.

Questa tecnologia permetterà di inserire un chip di localizzazione all’interno dello slot M.2 del PC, il quale, alimentandosi tramite la batteria del notebook pieghevole, permetterà di recuperare la sua posizione in ogni momento, anche a computer spento, feature di certo ottima in caso di smarrimento.

Di certo questo computer è un concentrato allo stato puro di tecnologia, non resta che attendere il suo approdo sul mercato e soprattutto, attenzione al prezzo.