Netflix

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix sta iniziando a sentire la concorrenza, nonostante abbia avuto un balzo dei ricavi e degli abbonati negli ultimi mesi dell’appena terminato 2019.

Le stime che riguardano il 2020 infatti non sembrano essere molto positive, gli analisti hanno infatti previsto 7 milioni di nuovi abbonati nei primi 3 mesi del 2020, un rallentamento rispetto ai 9.6 milioni dell’anno scorso. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Netflix: previsti abbonati in calo del 2020

Sicuramente la pressione dei nuovi arrivati Disney + ed Apple TV+ sta iniziando a farsi sentire, soprattutto dopo la dichiarazione del primo. Disney+ ha infatti intenzione di sbarcare anche in Europa, Italia compresa, nel mese di marzo, con un abbonamento che Netflix non ha mai proposto nella sua storia. A Wall Street, i titoli della piattaforma sono al momento volatili, sono saliti dopo il solido quarto trimestre del 2019 ma sono calati dell’1.5% dopo le deludenti stime per i primi tre mesi dell’anno appena iniziato.

Nel quarto trimestre del 2019 l’utile è salito a 587 milioni di dollari, molto al di sopra dei 134 milioni di dollari nel 2018 e sicuramente sopra le attese degli analisti. Purtroppo la debole crescita di utenti americani è legata all’aumento della concorrenza e al rincaro dei prezzi, che spinge i clienti a lasciare la piattaforma. Netflix al momento mostra sicurezza, ma sicuramente nei prossimi mesi la concorrenza si farà sentire con più forza rispetto agli ultimi mesi del 2019.

La piattaforma ha dichiarato: “Molte società media e giganti tecnologici hanno lanciato servizi in streaming, rafforzando il trend di transizione verso l’intrattenimento in streaming. Noi partiamo in vantaggio e continueremo a concentrarci sulle stesse cose su cui ci siamo concentrati negli ultimi 22 anni. Riteniamo che se faremo bene, Netflix continuerà a prosperare“.