postepayTutti i possessori di una carta ricaricabile PostePay hanno paura di incappare in una truffa che potrebbe effettivamente andare a prosciugare completamente il conto corrente, rubandogli letteralmente l’intero patrimonio accantonato nel corso del tempo.

Il rischio è molto elevato, non tanto perché le PostePay sono insicure, ma proprio a causa dell’inesperienza ed inadeguatezza di tantissimi consumatori. Internet è sicuramente una delle più grandi invenzioni del nostro tempo, la grandissima diffusione ha però portato con sé anche rischi enormi. Il fenomeno del phishing molti di voi lo conoscono già, dopo aver colpito gli istituti di credito, si sta diffondendo a macchia d’olio anche nel mondo delle carte ricaricabili.

 

PostePay: rischi enormi per i conti correnti degli utenti

Tutto ha inizio con l’invio (apparentemente innocuo) di un messaggio di posta elettronica, con mittente Poste Italiane (non sono stati loro, ovviamente, ad inviarlo). Al suo interno troviamo un testo in parte preoccupante, creato ad hoc per invogliare il malcapitato a premere un link, con la promessa di potersi collegare al sito ufficiale per la modifica della password o la riattivazione dell’account.

Coloro che seguiranno alla lettera le direttive si ritroveranno però con il collegarsi ad un sito che all’apparenza assomiglierà all’originale, ma che in realtà è interamente gestito dai malviventi. Tutti i dati inseriti nello stesso verranno “rubati” dai cybercriminali, ed utilizzati in un secondo momento per accedere indisturbati al conto corrente ed all’intero patrimonio salvato sullo stesso.

Ricordate sempre che Poste Italiane non via messaggi di questo tipo, dovete prestare la massima attenzione.