prezzo diesel benzina GPL

Purtroppo sembra che per il 2021 siano attesi pesanti rincari al costo del carburante. A nulla sembrano infatti valse le promesse effettuate dal Ministro per l’anno corrente. Lo Stato si trova infatti a dover affrontare il buco sul bilancio delle casse di oltre 3 miliardi di Euro.

Nonostante le tante imposte che ogni anno il cittadino si ritrova a dover pagare, si aggiunge anche l’aumento del costo della benzina e del Diesel. Da tempo si vociferava di contro, l’abolizione di altre accise, come il Canone Rai o il bollo auto, ma le notizie all’orizzonte non sono rosee. Il deficit nelle casse statali di cui parlavamo poco fa, comporterà diversi problemi per il Governo.

Se si considera l’elevato prezzo del combustibile, appare evidente come ritoccare ulteriormente i prezzi, potrà da un lato portar ingenti quantità di denaro, dall’altro invece, impoverire ancor di più la classe media. Senza contare che non vi sono ancora grandi incentivi nell’acquistare veicoli elettrici o ibridi, nonostante l’idea dei politici di tutto il mondo, sia quella di limitare l’utilizzo delle vetture Diesel o benzina, a causa dell’inquinamento.

 

Attesi rincari pesanti al costo del carburante per il 2021

 

L’unica alternativa al far cassa sembra essere quindi l’aumento del costo del carburante.Purtroppo, considerando le 17 accise di cui si compone il prezzo totale della benzina (o Diesel o GPL che sia), e l’IVA al 22%, bisognerà aggiungere una parte per avere un gettito per lo Stato, necessario a coprire il buco di bilancio. Ci si interroga su quali saranno le soluzioni che gli esperti e i politici opteranno per evitare l’inevitabile, e se ci sarà mai un modo per risollevare l’economia italiana, in crisi da diverso tempo.