Nelle settimane scorse si è parlato di una causa vinta da un dipendente di una grande azienda che sostiene di aver sviluppato un neurinoma acustico, un particolare tipo di tumore cerebrale che per quanto benigno, può causare la perdita dell’udito e dell’equilibrio e quindi è molto dannoso per coloro che lo contraggono.

Come evitare che i cellulari danneggino la nostra salute

Benché non sia stato dimostrato al 100% che l’elevato uso dei cellulari causi questi tumori, molti sono i casi in cui i neurinomi si sono presentati in seguito a un frequente utilizzo di questi dispositivi. Esiste pertanto un sito chiamato neurinomi.info, in cui è dettagliatamente spiegato quali sono i diritti di coloro che hanno questa malattia in seguito a un uso del telefono non inferiore alle 1640 ore totali. Il loro elenco delle cautele indica come primo punto il consiglio di non usare il cellulare e optare sempre per il fisso, ma siamo ben consapevoli che di questi tempi questo non è possibile.

Per questa ragione, neurinoma.info ha stilato una lista di 10 accorgimenti che possono evitarci problemi di salute a causa degli smartphone:

  • Utilizzare gli auricolari per diminuire l’effetto delle onde elettromagnetiche sulla testa. In mancanza di essi è consigliabile il vivavoce;
  • Ridurre al minimo necessario il numero di telefonate effettuate e non avvicinare il telefono all’orecchio (qualora si fosse sprovvisti di auricolari) fintanto che dall’altro lato non vi rispondano;
  • Telefonare quando c’è pieno campo per evitare che il cellulare aumenti e anche di moltissimo, la potenza delle emissioni sull’orecchio e all’interno del cranio. Evitare quindi le chiamate nei mezzi in movimento auto, treno, autobus, ecc. e in luoghi come cantine, sotterranei poiché causano lo stesso effetto;
  • Non tenere il cellulare acceso sul comodino o sotto il cuscino perché le onde elettromagnetiche disturbano il sonno, quindi, non ricaricarlo vicino al letto;
  • Evitare il più possibile di tenere acceso il cellulare e a contatto con il corpo (come in tasca) e tenerlo il più possibile lontano, in borsa, sul tavolo, nel capporto, ecc;
  • Tenere il cellulare spento negli ospedali o dove sono presenti apparecchiature elettromedicali, sugli aerei ed in presenza di persone con dispositivi quali pacemaker o apparecchi acustici;
  • Tenerlo spento al cinema, a teatro ed evitare di portarlo a scuola;
  • Evitare il più possibile di sottoporre i minori all’uso del cellulare, laddove possibile evitare del tutto;
  • Informarsi sempre sul livello delle emissioni del proprio smartphone: SAR in Watt/kg e intensità di campo elettrico in V/m;
  • Usare la rete telefonica fissa (non il cordless) all’interno degli edifici, poiché il cellulare aumenta la sua potenza di emissione nei luoghi chiusi.

Sappiamo che impegnarsi in questo senso sia difficile e richieda tempo e attenzione, a voi la scelta, la guida adesso ce l’avete!