Home News Le prime galassie potrebbero avere vite molto brevi

Le prime galassie potrebbero avere vite molto brevi

Le prime galassie potrebbero aver avuto delle vite più brevi di quanto ci aspettassimo e gli ultimi studi rivelano perché

Penseresti che le galassie del giovane universo sarebbero ancora fiorenti, ma non è necessariamente così. I ricercatori del Niels Bohr Institute e dell’Osservatorio Nazionale del Giappone hanno scoperto la galassia morente più lontana conosciuta (cioè con una formazione di stelle notevolmente soppressa)conosciuta fino ad oggi è a circa 12 miliardi di anni luce di distanza. In altre parole, stava già calando circa 1,5 miliardi di anni dopo il Big Bang – le prime galassie erano nate circa un miliardo di anni prima. Il team ha utilizzato una combinazione di sistemi di telescopi Keck e Very Large Telescope per misurare il movimento delle stelle e apprendere che il nucleo della galassia era quasi completamente formato.

 

Prime galassie: quello che ne è venuto fuori era già stato previsto

I risultati sono “non troppo lontani” da ciò che i recenti modelli di computer dell’universo avrebbero previsto, ma è abbastanza lontano da costringere gli astronomi a ripensare quei modelli e ad adattare la loro comprensione dei primi tempi dell’universo.

Potresti vedere un modello più raffinato in un futuro relativamente prossimo. I ricercatori si aspettano che il prossimo James Webb Space Telescope fornisca molti più dettagli e aiuti a trovare più galassie “normali”, non solo esempi estremi. I suoi dati potrebbero determinare se questa galassia morente fosse l’eccezione alla regola o solo una delle tante.