auto elettriche

Se le auto elettriche hanno ancora un prezzo di acquisto alto, in molti credono di poter ammortizzare i cosi in pochi anni rispetto a un veicolo a benzina, diesel o gpl. Nonostante negli ultimi mesi sono stati compiuti dei passi verso i consumatori da parte del Governo con l’erogazione d’incentivi, non è detto che ci sia una reale convenienza nel virare verso l’elettrico.

Uno studio del Politecnico di Milano ha evidenziato che le variabili  da prendere in considerazione sono molte al momento dell’acquisto di un’auto, soprattutto se prendiamo ad esempio due vetture del segmento utilitarie. Lo studio sancisce che l’acquisto di un’elettrica si ammortizza in meno di un anno  benzina rispetto al benzina, mentre il risparmio netto è circa di 12.000 euro nell’arco dei 10 anni.

 

Auto elettriche: perché sono meglio di Diesel, Benzina e GPL

L’affermazione del Politecnico di Milano poggia sull’assunto che la vettura non percorra più 11.000 km all’anno e goda d’incentivi all’acquisto per le auto elettriche pari a 6.000 euro, cumulabile con l’ecobonus governativo. La convenienza dell’elettrico si articola anche per la fruizione di parcheggi gratuiti, l’accesso gratuito alle ZTL, minori costi per il rifornimento e la manutenzione del veicolo nel tempo.

Oltre al prezzo dell’auto e a quello di un’eventuale stazione di ricarica casalinga, che in alcuni casi veniva regalata da Acea con un risparmio netto sul costo del pieno di energia, un chilometraggio annuo contenuto generalmente aumenta la convenienza di un’auto elettrica rispetto a quelle a benzina, diesel o gpl. Il report completo e altri scenari sono illustrati sul sito accademico, insieme a una panoramica di veicoli elettrici che rappresenta lo stato e l’evoluzione dell’infrastruttura in Italia.