Twitter

Il social network Twitter ha recentemente dichiarato che il tasto di modifica dei post, richiesto a gran voce da moltissimi utenti, potrebbe non arrivare mai, nemmeno in un prossimo futuro.

A dichiararlo è stato proprio il Presidente Jack Dorsey, parlando delle origini del microblog e di come sia nato per essere simile agli SMS, motivo per cui l’azienda ha rifiutato di includere l’opzione di modifica fino dall’inizio.

 

Twitter: il tasto modifica probabilmente non arriverà mai

Il CEO Jack Dorsey ha anche aggiunto che, inserire un’opzione di correzione ai tweet potrebbe agevolare usi “malevoli” come la modifica di contenuti per trarre in inganno gli utenti. Ecco la dichiarazione: “Queste sono tutte le considerazioni. Probabile che non lo faremo mai“. Riferendosi appunto al tasto di modifica.

Questa decisione potrebbe ulteriormente marcare la differenza dal rivale Facebook, social network su cui è possibile correggere o cambiare un post. Un’altra sostanziale differenza è quella che riguarda la pubblicità che riguarda la politica. Infatti il social di Mark Zuckerberg ha deciso di non ostacolare in alcun modo le pubblicità durante le elezioni. A differenza di quest’ultimo, Twitter ha invece deciso di censurare qualsiasi pubblicità che si riferisce alla politica.

L’ultimo cambiamento più importante, che ha ulteriormente segnato l’evoluzione della piattaforma dell’uccellino, è stato il raddoppiamento del numero di caratteri da poter utilizzare all’interno di un post. Per il momento comunque la dichiarazione di Dorsey non è da considerarsi ufficiale. Nel caso in cui riceveremo maggiori indiscrezioni nelle prossime settimane, non mancheremo di aggiornarvi al più presto.