credito residuo svuotato costi nascosti

Delle volte le compagnie telefoniche svuotano il credito residuo dei propri clienti attraverso delle pratiche non molto chiare e trasparenti. A causa di ciò, in passato l’AGCOM è intervenuta più volte multando i provider per comportamenti non proprio corretti verso l’utente finale. Molte aziende hanno infatti subito diverse multe. Proprio di recente infatti, Wind e Vodafone hanno subito una punizione a tal proposito.

Oggi ci focalizzeremo però ad una delle pratiche al limite della legalità che però, non viene spesso capita ed affrontata nel giusto modo. Stiamo parlando dei VAS e di come questi servizi (che si attivano spesso involontariamente su alcuni siti) prosciughino il credito residuo dei consumatori che, sbigottiti, chiedono immediatamente risposta al proprio operatore.

Sebbene non si tratti di una vera e propria truffa, in quanto le frodi online hanno tutt’altra natura e modus operandi, è un comportamento che non è stato visto di buon occhio dai clienti che si sono rivolti alle autorità.

 

Le compagnie telefoniche e l’attivazione del VAS

 

I VAS sono abbonamenti a rubriche hot, oroscopi, astri, giochi online, ma anche di news e tanto altro ancora. Per quanto alcuni di questi possano risultare interessanti, bisognerebbe sempre fornire una scelta verso il cliente finale e non attivargli – in maniera del tutto casuale – uno di questi servizi. Le aziende che operano offrendo questi servizi dovrebbero avere accordi commerciali con gli stessi provider.

Non esiste un vero metodo per tutelarsi e difendersi, tuttavia se doveste cadere vittime nel tranello dei VAS, vi invitiamo a chiamare immediatamente il numero verde del vostro operatore (o quello del servizio clienti) per richiedere il rimborso immediato e il blocco di tutti gli abbonamenti non richiesti sul proprio numero.