Nel corso dell’anno appena trascorso vi sono state numerose segnalazioni riguardanti la famosa truffa dei Call Center. Migliaia di italiani hanno ricevuto chiamate da parte di questi operatori sia sul proprio telefono casalingo che sul device mobile. Il raggiro è sempre il medesimo: riuscire a far stipulare nuovi contratti con metodi non proprio ortodossi ed efficaci. Vediamo in cosa consiste questa pericolosa truffa a cui prestare particolare attenzione.

 

Le chiamate dei Call Center: fate attenzione a come rispondete

 

A volte è proprio la fretta che la vita moderna ci porta ad avere che ci fa incappare nella truffa della chiamata del Call Center. L’operatore in questione infatti attraverso un gioco subdolo di domande che pone all’utente, fa sì che quest’ultimo dichiari “si” e “no”. Attraverso queste due esclamazioni poi, verrà fatto un lavoro di editing del suono rimodellando le risposte a proprio piacimento. Ecco quindi come viene stipulato un contratto senza che l’utente ne sia a conoscenza.

Da una semplice telefonata avvenuta di fretta si finisce con il passare gran parte del tempo defilandosi da una pratica burocratica scorretta compiuta da qualche servizio poco onesto. Già in passato la situazione è stata affrontata dalla Polizia Postale e da AGCOM, le quali hanno avvertito più volte i cittadini dei pericoli della rete e della truffa dei Call Center. Dalla TV alle numerosi segnalazioni presenti sui siti. Anche noi ne abbiamo parlato spesso e vi suggeriamo sempre il medesimo “trucco” per evitare di cadere nel tranello della frode.

In primis, non dite mai SI oppure NO. Cercate di dare risposte sempre vaghe ed articolate che possano mettere in difficoltà gli operatori; in secondo luogo, installate applicazioni di terze parti come TrueCaller che vi bloccheranno automaticamente i numeri SPAM come quelli dei Call Center.