5G radiazioni causa estinzione razza umana

Il 5G è qui: già presente in diverse città d’Italia, il suo arrivo in tutta la nazione è oramai imminente: con l’inizio di questo  anno sappiamo bene che avrà presto iniziò l’accensione delle antenne predisposte per la diffusione del segnale e, di conseguenza, nuove opportunità riservate agli utenti si diffonderanno. Nonostante una nuova era stia per iniziare, la situazione attorno al nuovo standard per le reti di quinta generazione non è ancora mutato: sono molte le indiscrezioni che circolano sul suo conto contando anche diverse fake news. Tra le ultime teorie apparse online vi è persino la preoccupazione che il WiFi possa presto svanire a causa dell’Internet of Things.

WiFi e 5G: rivali o tecnologie che coesisteranno per il bene degli utenti?

L’arrivo e la diffusione del famoso standard per le connessioni mobili è già iniziato e non bisogna avere paura: a discapito di ciò che si potrebbe immaginare, esso non  apporterà cambiamenti tali da modificare la società  in cui viviamo da un giorno all’altro. È ovvio: durante i prossimi anni delle nuove applicazioni potranno essere portate a termine, ma l’accensione delle strutture per la diffusione del segnale non porterà di certo allo spegnimento del WiFi .

A supporto di quanto è stato appena affermato vi sono diversi dati di fatto che lasciano intendere come, effettivamente, lo spegnimento di un altra tecnologia sia proprio utopia. Il primo punto su cui è necessario riflettere è la velocità con cui il 5G si instaurerà in Italia: questa non sarà fulminante, ma bensì abbastanza lenta. Un secondo punto utile per smentire  lo spegnimento del WiFi è che non tutti i consumatori presenti sulla Terra sono interessati ad utilizzare lo standard o ad acquistare un nuovo smartphone dedicato. Infine, dedicando un ultimo approcciò  alla relativa giovinezza del nuovo standard possiamo vedere come questa priva il tutto di un elemento necessario per molti clienti: la garanzia di un servizio fluido.