Il turismo spaziale, fino a non molto tempo fa sembrava essere quasi un miraggio. Col progresso della tecnologia però, questa possibilità è diventata sempre più concreta, fino ad arrivare ad essere una realtà dalla imminente sperimentazione. Già a partire dal 2019 la SpaceX ha sperimentato e concluso con successo, una serie di lanci di prova con un articolo di rodaggio chiamato Starship Hopper (o semplicemente Starhopper).

Cosa è successo ultimamente e il ruolo di Maezawa nel progetto

Da quella prima fase di lanci sperimentali privi di passeggeri, ad oggi, la SpaceX ha continuato a lavorare, sperimentare e fare progressi. Mentre lo starhopper è stato progettato per lanci a bassa quota, altri prototipi sono stati progettati per i lanci ad alta quota (denominati Mk1, Mk2, Mk3 e l’ultimo, Mk4 ancora in fase di costruzione da ottobre 2019). Nel momento in cui l’astronave, che nel frattempo è stata chiamata Space X Starship in questa seconda fase di sperimentazioni, diventerà una realtà concreta, avrà utilizzi di vario genere:

  • voli di trasporto sia di merci che di astronauti;
  • il trasporto di passeggeri e merci su Marte;
  • trasporto dei satelliti in orbita terrestre per incrementare la propria costellazione di internet, chiamata Starlink;
  • voli spaziali nella cislunar, che sarebbe in sostanza la regione di spazio di orbita lunare.

Ma che ruolo ha Yusaku Maezawa in tutto questo? Per chi non lo conoscesse, Maezawa è un ricchissimo imprenditore, nonché collezionista d’arte giapponese. Nel 2018 ha comunicato la nascita di un progetto chiamato #dearMoon. Si tratta di un volo privato che coinvolgerà, oltre allo stesso imprenditore, dai sei agli otto artisti che intendono imbarcarsi in questa avventura per trarre ispirazione e creare nuove opere d’arte. Il volo non prevede un atterraggio lunare ma unicamente l’orbitazione intorno alla Luna.

Una volta create, queste opere d’arte andranno esposte con lo scopo di promuovere la pace nel mondo. Maezawa ha dato a SpaceX una considerevole somma di denaro per prenotarsi come primo cliente privato a viaggiare con loro, prenotando e pagando già i posti per gli altri futuri passeggeri. Da sempre inoltre, si prodiga per scopi nobili quali la pace nel mondo, la preservazione dell’arte e in campo umanitario, anche tramite ingenti donazioni di denaro. Ma di recente Maezawa ha sviluppato il desiderio di non essere più solo in questo percorso e di trovare una compagna di viaggio in tutti i sensi.

Per questa ragione ha deciso di lanciare una campagna tramite il suo sito web, per la ricerca di questa donna, e lo fa attraverso un vero e proprio concorso che verrà poi seguito e documentato tramite un reality show chiamato Full Moon Lovers. Le candidate devono avere un’età superiore ai 20 anni ed essere persone attive, con desiderio di avventura e che abbiano a loro volta l’obiettivo della pace nel mondo. Questo è probabilmente il progetto più bizzarro mai iniziato da Maezawa. Il lancio, ad ogni modo, non è previsto prima del 2023, pertanto il romantico collezionista d’arte ha ancora tempo per portare a termine la sua ricerca.