Oggigiorno le frodi che avvengono ai danni dei malcapitati utenti del Web sono sempre più frequenti. Di fatto una delle truffe più famose ha come obiettivo finale proprio i conti correnti dei clienti dei tanti istituti di credito come Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Sembra infatti che i cittadini debbano stare attenti alle email che, mediante un collegamento ipertestuale che riporta ad un sito malevolo, riescono a svuotare i soldi dai conti delle vittime.

Bisogna prestare sempre la massima attenzione quando si naviga online e quando si leggono le mail che quotidianamente arrivano sul proprio client. Non esiste alcun metodo ufficiale che vi tenga al riparo al 100% dal phishing o dallo smishing, tuttavia con alcuni accorgimenti si possono evitare grossi danni.

 

Come funziona una delle truffe più famose che colpisce i clienti di Unicredit, Sanpaolo e BNL

 

Abbiamo citato poco fa il metodo del phishing come il meccanismo cardine attraverso il quale gli hacker svuotano i conti correnti. Ma come funziona nel dettaglio? Partendo da una mail fittizia inviata dai cyber criminali, gli utenti vengono invitati a cliccare su di un link malevolo per inserire i propri dati personali e bancari.

La mail o il messaggio SMS fraudolente si può riconoscere per una serie di caratteristiche, prime fra tutte, il tono allarmista e generalista che presenta a partire dall’oggetto o dalle iniziali righe del messaggio. All’interno del testo poi, c’è il riferimento ad un conto apparentemente chiuso (senza motivazione alcuna).

La mail si presenta simile a quella che invierebbe un reale istituto di credito, ma alla fine bisogna tenere a mente, il concetto più importante: le banche – così come molte aziende – non inviano mai comunicazioni private e non chiedono l’inserimento dei dati personali mediante un messaggio mail o SMS.