truffa-credito-offerte-TIM-Wind-Tre-VodafoneSono gli operatori TIM, Wind, Tre e Vodafone i protagonisti indiscussi della nuova truffa telefonica. Ne parlano ovunque gli utenti che di recente hanno visto sparire il credito residuo dalle loro SIM. Tutto è stato ben architettato nel contesto delle attivazioni per i servizi indesiderati facenti capo ad una misteriosa piattaforma. Il danno economico è importante per i clienti. Ecco cosa è stato scoperto.

 

Truffa del credito SIM: addio ricariche, soldi buttati a vuoto per colpa del servizio indesiderato

Chi attiva una nuova offerta non riceve adeguate informazioni in merito ai VAS. I cosiddetti “servizi a valore aggiunto” non sono comuni tra gli utenti di operatore virtuale ma assumono rilevanza importante per i clienti degli operatori precedenti.

Trattasi quindi di servizi a costo maggiorato sul numero di telefono in cui è presente la SIM. Non si attivano in automatico ma fanno uso di MobilePay, un sistema pubblicitario che dopo un click richiede la sottoscrizione a varie opzioni di servizio. Tra questi abbiamo, ad esempio: suonerie, musica, oroscopo, meteo.

Rinunciare all’abbonamento non è difficile in quanto è sufficiente contattare il proprio Servizio Clienti oppure (se prevista) l’applicazione ufficiale che offre la sezione servizi accessori. La disdetta non è opzionale per l’operatore che non potrà rifiutare e che, inoltre, dovrà disporre il rimborso del credito indebitamente decurtato per richieste avvenute entro 24 ore dall’ultimo ammanco.

Si può quindi ottenere il rimborso completo oltre che la disdetta valida per sempre sul numero di telefono correlato. Hai incontrato situazioni simili? Sei riuscito a risolvere in maniera efficace? Spazio ai commenti.