radiazioni smartphone

Nella società attuale è possibile notare come l’utilizzo degli smartphone e di tutti i dispositivi tecnologici è aumentato notevolmente rispetto gli anni passati. Oramai, gran parte delle persone si affidano a smartphone, smartwatch, cuffie wireless, tablet, oggetti smart home e via dicendo.
Insomma, la tecnologia avanzata di oggi permette agli utenti di facilitare la propria quotidianità con dei piccoli e innovativi oggetti.

Comunque sia, lo strumento che rimane quello più utilizzato dai consumatori è lo smartphone e in tantissimi sono preoccupati per gli effetti nocivi che potrebbero colpire il corpo umano. I device attuali preoccupano tantissime persone per via delle radiazioni a cui il corpo umano è continuamente esposto.

Purtroppo, ancora oggi non esistono risposte concrete e univoche che possono svelare la nocività degli smartphone e delle radiazioni rilasciate. I dubbi continuano a persistere e per il momento l’unico valore a cui è possibile affidarsi è quello del SAR.

Il valore SAR è un valore espresso in percentuale che indica il tasso di assorbimento specifico del corpo umano ogni volta che è esposto ad uno specifico campo elettromagnetico.
Ad ogni smartphone corrisponde un valore SAR e a controllare il valore di ogni modello è l’Ufficio Federale Tedesco per la protezione delle radiazioni. Il suo compito, infatti, è quello di controllarli e trascriverli in una lista ufficiale.

Smartphone pericolosi: ecco cosa rivelano alcune ricerche

Secondo quanto dicono diverse ricerche in rete, finché gli studi scientifici non rivelano la vera nocività delle radiazioni che gli smartphone rilasciano è meglio affidarsi al Valore SAR.

Come anticipato precedentemente, ad ogni modello di smartphone corrisponde un Valore SAR; quando questo valore è piuttosto alto, significa che il modello in questione rilasciano una quantità di radiazioni elevata rispetto ad altri modelli.
Ad impossessarsi dei dati della lista ufficiale dell’Ufficio Federale Tedesco è Commify che ha immediatamente pubblicato i risultati. Secondo quanto dice la lista pubblicata, il device che crea il livello più elevato di radiazioni è il Xiaomi Mi A1; da come è possibile notare nell’immagine qui di seguito, nella lista spiccano anche alcuni modelli Apple e alcuni Google Pixel.